Tag Archives: energy saving

Debian su Eee900 (parte 4)

Continuiamo a personalizzare la nostra installazione.

Nella puntata precedente abbiamo visto come personalizzare sospensione e ibernazione, oggi vediamo come ho personalizzato Gnome per adattarlo al meglio alle caratteristiche dell’Eee. Per la maggior parte si tratta di modifiche estetiche o di preferenze personali, ma molte sono orientate a risparmiare spazio sullo schermo o anche ad allungare la durata della batteria.

Innanzitutto uno screenshot:

Continue reading

Debian su Eee900 (parte 3)

Il sistema è installato e funziona. Iniziamo a personalizzarlo.

Dopo aver configurato tutto l’harwdare nella puntata precedente, in questa puntata vediamo come attivare e soprattutto personalizzare la sospensione e l’ibernazione.

In realtà, avendo installato il pacchetto eeepc-acpi-scripts e uswsusp, ed avendo una partizione di swap già attiva, la sospensione dovrebbe già funzionare, ma a me il comportamento di default non piace molto, quindi mi sono messo a studiare cosa succede effettivamente durante queste fasi. Purtroppo alcune parti mi sono ancora oscure, e non sono riuscito ad ottimizzarle, ma qualcosa di nuovo l’ho imparato.

Mi devo scusare per il ritardo di questo articolo, ma mentre stavo per pubblicarlo sono stati aggiornati il kernel, gli script eeepc-acpi-scripts e anche gnome. Sono stato costretto a rivedere tutta la configurazione. Il lato buono è che ora è un po’ più preciso e dettagliato. Continue reading

Asus Eee 900: in Italia da giugno! E il 901?

Non posso stare lontano da Internet 2-3 giorni che arriva la notiziona che aspettavo! :)

Notebookitalia ha reso pubblico l’altro ieri che il lancio ufficiale dell’Eee 900 in Italia era atteso da lì a poche ore, e che molti store online avevano iniziato a raccogliere i preordini per questo nuovo modello. Purtroppo sembra si tratti della versione con Windows XP (e quindi limitata, oltre che dal S.O. :P ) anche nelle dimensioni della SSD (4+8 invece di 4+16 GB). In seguito ha pubblicato anche un rapporto sulla presentazione ufficiale.

Io ho provato a cercarlo in giro sui “soliti siti” ma non sono riuscito a trovarlo. L’unico sito dove era preordinabile, ma in versione UK, era expansys, ma ad un prezzo fuori da tutti i crismi: 550 euro. Se qualcuno conoscesse uno store dove lo si può trovare… beh, i commenti sono aperti a tutti. ;)

Eee 901

Si presenta come un fulmine a ciel sereno il modello 901. Scoperto da un blog francese, sarà presentato il 3 giugno (quindi prima dell’uscita del 900 in Italia) al Computex 2008 di Taipei. Sembra che arriverà in Italia a settembre.

Le caratteristiche tecniche del nuovo modello sembra saranno le stesse del 900, tranne per il processore, che sarà un Atom. Resta solo da vedere quale versione dell’Atom. Probabilmente la Silverthorne da 1.6 GHz.

Personalmente sono ancora un po’ perplesso su questi processori. Se la scheda madre rimane la stessa (e quindi ha lo stesso assorbimento di corrente), il nuovo processore farebbe risparmiare solo 3 W a pieno regime, e circa 4,5 quando è completamente inutilizzato. Il Celeron M353 a 900 MHz dell’Eee 900 infatti consuma 5 Watt contro gli 0,6 – 2W dell’Atom. Il resto dell’assorbimento (10-15 W) viene dal display, dalla scheda madre, dalla scheda video, dall’SSD e dal WiFi. L’attuale 701-8G consuma infatti da 14 W (in idle) a 18 W (a pieno carico), ma il processore gira a 630 MHz. Il 900 dovrebbe consumare circa 1 o 2 W in più in media (quindi da circa 15 a circa 20 W), sia per il processore al suo normale clock di 900 MHz, sia per lo schermo più grande.

Con l’Atom consumerebbe da circa 12 a circa 16 W (visto che ha lo stesso schermo del 900).

In pratica porterebbe un aumento dal 10% al 40% della durata della batteria (in media credo un 20%), ma le prestazioni sembra saranno inferiori. Inoltre il 900 si può downclockare a 630 MHz. Il risparmio sembra non sarà spaventosamente alto, ma forse 1 W si riesce a recuperare.

Credo che non avrò rimpianti per aver preso il 900. E nel caso, aspetterei comunque il 1001 che potrebbe uscire l’anno prossimo.

Risparmio energetico: cosa usare?

A volte, quando mi trovo davanti un nuovo PC su cui voglio abilitare il risparmio energetico, mi trovo a domandarmi quale sia il modulo del kernel giusto da caricare, vista la diversità tra il nome del driver e quello che il produttore dà al chip in questione. Ecco quindi una lista dei moduli per le CPU più comuni:

  • powernow_k6: per le CPU AMD K6 mobile (K6-2+ e K6-3+)
  • powernow_k7: per AMD Athlon, Duron e i Sempron a 32 bit
  • powernow_k8: per le CPU AMD a 64 bit: Athlon 64, Turion 64, Sempron 64, Opteron 64
  • p4_clockmod: per pentium 4, Celeron D, Pentium D, Celeron M
  • speedstep_centrino: per Pentium M (Centrino), Core Duo, Core 2 Duo
  • longrun: per CPU Transmeta
  • longhaul: per CPU Via Cyrix (quelli delle Epia, per esempio)
  • e_powersaver:per CPU VIA C7

Purtroppo ho scoperto anche che il p4_clockmod che devo usare per il mio Pentium-D non risparmia energia, ma aiuta solamente a ridurre la temperatura.

Per automatizzare la gestione del frequency scaler ci sono diversi programmi, ma quello che trovo migliore è powernowd che, nonostante il nome, è compatibile con tutte le CPU, perché non è altro che un’interfaccia al sysfs del kernel, che si occupa di tutto. Powernowd non fa altro che verificare il carico sulla CPU a intervalli costanti (configurabili, di default una volta al secondo) e, se sale oltre un certo limite (di default 80%, io l’ho impostato al 50%) aumenta la frequenza della CPU secondo un algoritmo, anch’esso configurabile (di default schizza al massimo e poi scende lentamente, ma si può impostare al contrario, oppure che salga e scenda gradualmente). Quando l’utilizzo scende sotto una certa soglia (di default 20%) cala la frequenza secondo l’algoritmo impostato. Non ha un file di configurazione, solo alcuni semplici flag che, in Debian, si impostano in /etc/default/powernowd in modo che lo script di avvio li trovi.

Mentre testavo questi aggeggini mi sono capitati davanti anche due pacchetti deb molto utili: cpufrequtils e sysfsutils. Il primo fornisce alcuni comandi per interrogare e impostare i parametri di cpufreq, appunto. Usando powernowd non dovrebbero essere necessari (gestisce tutto lui), ma cpufreq-info può essere utile per avere informazioni dettagliate sulle capacità di risparmio energetico della CPU.

sysfsutils fornisce il comando systool per interrogare i vari sottosistemi riconosciuti dal kernel attraverso il file-system virtuale /sys. Onestamente non l’ho usato molto, e non saprei nemmeno immaginarne un uso, che sicuramente c’è per utilizzi avanzati.