Tag Archives: debian

Debian 5.0, codename Lenny

Dopo un lunghissimo freeze, la nuova Debian Stable.

Stamattina (ora italiana) è finalmente stata rilasciata la nuova Debian stable, versione 5.0, codename Lenny.

Le novità rispetto alla “vecchia” Etch sono talmente tante da aver convinto i releaser a passare dalla versione 4.0 (etch, appunto) alla 5.0. Si va dal supporto hardware (naturalmente, visto l’aggiornamento del kernel) alle nuove versioni dei desktop environment (anche se non è stato ancora adottato KDE 4, ancora troppo instabile), passando per Xorg 7.3 che elimina quasi completamente la necessità del file xorg.conf (tranne in casi particolari). Nuove versioni anche per Apache 2.2, Samba 3, MySQL 5, Postgres 8.3, PHP 5.2, Python 2.5 e Java 6, finalmente open source e integrato nel ramo main della distribuzione.

La release è dedicata a Thiemo Seufer, morto in un incidente stradale il 26 dicembre 2008.

Uso sul campo

Sto usando Lenny su tutti i “desktop” praticamente da quando è uscita Etch. Gli aggiornamenti sono sempre stati più che giornalieri, ma non ricordo nessuna situazione di rottura di dipendenze. Alcuni programmi sono stati un po’ instabili per 1-2 giorni, ma poi sono stati sistemati. E negli ultimi mesi, da quando è in deep freeze, è stata praticamente una roccia. Questo mi ha spinto ad iniziare a installarla anche su un paio di server, e non me ne sono pentito.

Ora dovrò aggiornare anche tutti gli altri server, e onestamente ci sono un paio di aggiornamenti che mi fanno un po’ paura (PostgreSQL e MySQL vista la rogna di ripristinare i backup in caso di problemi), ma il passaggio Sarge -> Etch è stato adrenalinico ma assolutamente liscio (leggendo le release notes attentamente), quindi mi aspetto di non faticare poi molto.

La prossima release

Come ormai risaputo, la prossima versione si chiamerà Squeeze e, se tutto va come di recente, dovrebbe uscire come stable intorno al 2011-2012, anche se ci sono discussioni nel team Debian che spingono ad accelerare un po’ i tempi di rilascio.

In ogni caso, come già successo per Etch, ci saranno sia volatile.debian.org per i pacchetti che hanno bisogno di aggiornamenti frequenti (come clamav) che lenny-and-a-half, con aggiornamenti al kernel e ad altri componenti, per mantenerla al passo coi tempi.

E, naturalmente, i consueti aggiornamenti di sicurezza costanti che fanno di Debian una delle distribuzioni (se non “la distribuzione”) più stabili e sicure.

Per chi usasse, come me, la versione testing sui vari PC, consiglio di aspettare qualche giorno/settimana prima di impostare “squeeze” nel sources.list (e di impostare “lenny” se avete scritto “testing”). Questo perché in unstable e in experimental negli ultimi mesi si sono accumulate tonnellate di nuove versioni di software, che potrebbero riversarsi nella testing e presentare problemi di dipendenze o di stabilità. Dategli il tempo di assestarsi.

Debian Lenny verrà rilasciata quando è pronta!

Sfatiamo una leggenda metropolitana.

Negli ultimi due giorni ho visto almeno 3 blog riportare la “sensazionale notizia” che Debian Lenny verrà rilasciata a giugno del 2009, contrariamente alla roadmap che lo prevedeva per settembre 2008.

Chiariamo subito una cosa: Debian NON HA una roadmap. Debian NON HA date di rilascio fissate.

Debian ha un processo di freeze della distribuzione. Quando sembra il momento adatto, viene fatto un freeze: nella versione “testing” non entrano più nuove versioni dei pacchetti, ma solo correzioni alle versioni presenti in quel momento. Da lì parte il lavoro di debug in base alle segnalazioni nel bugtracker, vengono definiti i cosiddetti RC-bugs (Release Critical bugs) e devono essere risolti tutti prima che la “testing” diventi “stable”.

Se un bug non è risolvibile, il pacchetto viene rimosso dalla nuova stable, ed eventualmente reintrodotto nella “unstable” (e poco dopo nella nuova “testing”) dopo il rilascio della stable.

La fonte della disinformazione

Come fonte di questa notizia, i blog riportavano un articolo su TheRegister.

Peccato che non abbiano letto bene l’inglese. In quell’articolo c’è scritto che Steve McIntyre (project leader attuale di Debian) “has dismissed claims” che la nuova versione verrà rilasciata a giugno. Dismissed significa “negato”, non “confermato”…

Bastian Venthur, uno sviluppatore Debian, si era divertito oltre due mesi fa (1 agosto) a disegnare un grafico con la velocità di soluzione degli RC-bugs e, per interpolazione, aveva calcolato che Lenny sarebbe stata rilasciata a giugno 2009. All’epoca c’erano circa 400 RC-bug aperti.

Bene, peccato che già una settimana fa (7 ottobre) Alexander Reichle-Schmehl nel suo blog riportasse la notizia che degli oltre 200 bug ancora aperti, 118 erano già corretti e dovevano solo entrare in Lenny, 33 avessero già una patch da applicare e ne rimanessero quindi solo 104.

L’articolo su TheRegister è del 10 ottobre. I blog l’hanno riportato tra ieri e oggi (13 e 14 ottobre).

Quando si dice il tempismo! :)

Ma allora quando esce?

Come ho detto, quando è pronta.

La filosofia di Debian è sempre stata questa. L’importante non è rispettare una data, ma far uscire una distribuzione senza bug critici, che funziona e che si installa sul maggior numero di architetture possibile. Perfetta per un server.

E non ci saranno problemi legati all’uso della versione beta di Firefox 3 o alla Release candidate del kernel 2.6.27 come in altre distribuzioni che si impongono di rispettare delle date di rilascio.

Se volete usare Debian su un client, è inutile aspettare la stable: sarebbe vecchia già al momento dell’uscita, per via dei 2-3 mesi di freeze. Usate la testing.

Se tutto va bene, potremmo vedere lenny stable già a fine mese, ma io credo arriverà a metà/fine novembre.

Per i curiosi, la prossima testing si chiamerà Squeeze.

LXterminal on steroids (2)

Un altro aggiornamento per lxterminal.

Grazie al lavoro di Giggio, che, oltre a creare il pacchetto per Ubuntu di lxterminal ha anche modificato il sorgente in modo che le modifiche alla configurazione vengano applicate al volo, oggi vi presento un’altra versione di lxterminal.

Ma bando alle ciance, ecco i pacchetti da scaricare:

Oltre ai pacchetti deb già pronti per l’installazione, potete scaricare il tar.gz dei sorgenti, già debianizzato, nel caso vogliate compilarlo da soli, fare altre modifiche o semplicemente se non vi fidate dei pacchetti già pronti. ;)

Debian su Eee900 (parte 4)

Continuiamo a personalizzare la nostra installazione.

Nella puntata precedente abbiamo visto come personalizzare sospensione e ibernazione, oggi vediamo come ho personalizzato Gnome per adattarlo al meglio alle caratteristiche dell’Eee. Per la maggior parte si tratta di modifiche estetiche o di preferenze personali, ma molte sono orientate a risparmiare spazio sullo schermo o anche ad allungare la durata della batteria.

Innanzitutto uno screenshot:

Continue reading

Debian su Eee900 (parte 3)

Il sistema è installato e funziona. Iniziamo a personalizzarlo.

Dopo aver configurato tutto l’harwdare nella puntata precedente, in questa puntata vediamo come attivare e soprattutto personalizzare la sospensione e l’ibernazione.

In realtà, avendo installato il pacchetto eeepc-acpi-scripts e uswsusp, ed avendo una partizione di swap già attiva, la sospensione dovrebbe già funzionare, ma a me il comportamento di default non piace molto, quindi mi sono messo a studiare cosa succede effettivamente durante queste fasi. Purtroppo alcune parti mi sono ancora oscure, e non sono riuscito ad ottimizzarle, ma qualcosa di nuovo l’ho imparato.

Mi devo scusare per il ritardo di questo articolo, ma mentre stavo per pubblicarlo sono stati aggiornati il kernel, gli script eeepc-acpi-scripts e anche gnome. Sono stato costretto a rivedere tutta la configurazione. Il lato buono è che ora è un po’ più preciso e dettagliato. Continue reading

Debian su Eee900 (parte 2)

Abbiamo installato il sistema base, ora vediamo come far funzionare tutto (o quasi).

Se avete seguito la prima parte di questa serie, ora avrete la vostra Debian Lenny installata sull’Eee 900, e dovreste avere anche le schede di rete (sia ethernet che wifi) funzionanti. Potete quindi procedere con aptitude (o con synaptic, se avete già installato e configurato X) ad installare tutto il software che vi serve.

Forse lo avete già notato, ma (con il kernel 2.6.24) la scheda audio non funziona, e con lei anche tutti i tasti “azzurri”, come la sospensione e l’audio. Funzionano solo i tasti per la regolazione della luminosità, gestita in hardware. Iniziamo quindi con l’aggiornare il… Continue reading

Debian su Eee900 (parte 1)

Si comincia!

Non ho resistito… Ho provato ad utilizzare Xandros sull’Eee, ma i repository ufficiali non hanno praticamente software oltre a quello preinstallato, e quelli aggiuntivi per xandros 4 hanno una selezione di software veramente misera, e nessuno che si integri con l’interfaccia Easy (non mostrano le icone, insomma). Oltretutto, passando in modalità desktop/advanced ci si ritrova con KDE, che a me non piace per niente.

Motivo per cui ho installato Debian dopo nemmeno 2 giorni di utilizzo, ed ora la sto configurando a puntino. Ho deciso di riportare qui i vari passi che ho fatto (e che farò) sia per tenerne traccia, sia per aiutare chi voglia fare la stessa cosa. Quindi… Continue reading

Debian Installer beta NON è Debian 5.0 beta2

Quando un malinteso sfugge al controllo…

Nei giorni scorsi una notizia ha invaso i blog di tutto il mondo: la pubblicazione della seconda beta della nuova versione di Debian (Lenny). La notizia mi era sembrata strana fin da subito, perché Debian non ha mai pubblicato delle beta, ma si basa su un sistema di aggiornamenti continui della versione “testing”.
Beh, la notizia era falsa. :)

In realtà è stata reso pubblica la beta del nuovo Debian Installer, quello che diventerà l’installer della suddetta Lenny, quando questa sarà stable, presumibilmente verso la fine dell’anno.

Asus P5K-E con Linux: convivenza pacifica

Dopo varie peripezie, sono finalmente riuscito a montare e iniziare a usare il nuovo PC.

La parte più “delicata” del tutto è la scheda madre. Non volevo spendere un capitale, ma nemmeno mettere roba troppo vecchia, quindi ho puntato sulla MoBo in oggetto per diversi motivi: 6 porte USB esterne e 4 interne, 6 porte SATA interne e 2 esterne, 4 slot DDR2 (con supporto dualchannel) e scheda WiFi integrata. Le altre caratteristiche erano meno importanti, ma comunque utili: firewire, un (solo) connettore PATA, ethernet 10/100/1000, due connettori PCIe (16x e 4x) oltre ai due PCIe 1x e ai tre PCI (che non uso, eliminando anche la scheda WiFi che era l’ultima rimasta sul vecchio PC, a parte la scheda video).

Wi-Fi

Il dubbio più grosso era sulla scheda WiFi, inizialmente perché non sapevo nemmeno quale chipset montasse e poi, avendolo scoperto, sul suo supporto. Si tratta infatti di un Realtek 8187. La mia precedente esperienza con questo chipset era stata disastrosa, al punto che ho reinscatolato la scheda e ne ho comprata un’altra con chipset Atheros, già allora (circa 3 anni fa) abbastanza ben supportato.

Mi sono quindi guardato intorno e ho scoperto che il kernel 2.6.24 (appena uscito) la supporta.

Finito di installare la Debian testing, attraverso la Ethernet ben supportata dal kernel 2.6.21 che c’era sul DVD di installazione, ho scaricato dai repository il nuovo kernel, prendendolo direttamente da “pool” tramite lynx e ho installato tutto. Ho scaricato anche i pacchetti necessari a module-installer, perché in seguito mi sarebbero serviti per i driver fglrx, necessari per avere il 3D sulla nuova Radeon HD3870.

Riavviato il computer, il (magico) udev ha rilevato la scheda WiFi senza alcun problema, e ho dovuto solo dare un paio di comandi:

iwlist scan    			# per vedere se funzionava e rilevare l'AP
iwconfig essid MioEssid    	# Per associarla con l'AP
ipconfig wlan0 1.2.3.4    	# Per assegnare l'IP statico
route add default gw 1.2.3.1    # Per impostare la route verso l'AP

Tutto perfetto (dopo aver impostato i DNS in /etc/resolv.conf naturalmente), 1 minuto ed ero in rete. Non mi era mai successo con le schede WiFi. Sembra che il nuovo stack WiFi nel kernel funzioni bene, e anche il kernel di per sé sembra molto stabile, almeno per i 3 giorni di funzionamento continuato che sono riuscito a fare.

L’unico problema l’ho avuto con network-manager. L’avevo installato sperando mi “desse una mano” nella configurazione, ma visto che uso un IP statico per esigenze di forwarding dall’AP al PC, alla fine non l’ho usato. Solo che ogni tanto, senza apparente ragione, la scheda perdeva la portante, per poi riprenderla qualche secondo dopo.

Secondi sufficienti a rallentare mostruosamente i trasferimenti, e a far cadere anche qualche connessione per timeout. Non me ne sono accorto subito perché ogni tanto succedeva anche prima, a causa della linea ADSL.

Rimosso network-manager, la scheda non ha più avuto problemi. Ho quindi provveduto a configurare /etc/network/interfaces per attivarla al boot.

CPU e RAM

La CPU che ho scelto è un Intel Core 2 Duo E6550, a 2,33 GHz.

Da questo punto di vista nessunissimo problema. Linux riconosce due processori e lavora in parallelo. Un mostro in confronto al vecchio Athlon XP 2400.

Qualche problemino dal punto di vista della RAM, ma solo perché non ci ho perso troppo tempo: ho installato la Lenny a 32bit (per rimanere compatibile con alcuni software che dovrò far girare, è un po’ lunga…) e “vede” solo 3.5 GiB dei 4 installati. Magari nei prossimi giorni proverò il kernel bigmem (che supporta fino a 16 GiB) e vedrò cosa salta fuori.

Tutto il resto

Non ho avuto occasione di provare il firewire, perché non ho nessuna periferica di quel tipo, ma tutto il resto funziona al primo colpo: USB 2.0, scheda audio (funziona talmente in automatico che non so nemmeno che chipset monti), ethernet (stesso discorso della scheda audio), SATA (il disco appare come SCSI: /dev/sda), PATA (riconosciuti lettore e masterizzatore DVD), e anche il pannello frontale con lettore di flashcard e porte USB, ma questo lo sapevo già visto che lo usavo anche prima.

La scheda video richiede i driver closed source fglrx per funzionare in 3D. Purtroppo i driver liberi radeonhd (peraltro inclusi in Debian) non supportano ancora l’accelerazione 3D, e sono ancora indietro anche per l’accelerazione 2D. Fortunatamente Debian pacchettizza tutto e basta un

m-a a-i fglrx

per installarli, e un

aticonfig --initial

per configurare Xorg.

Non ho ancora avuto occasione di provare a fondo la nuova scheda video, ma il tutto è sicuramente molto più silenzioso del precedente. Ho scelto tutto in modo che “downclocki” quando non viene usato, quindi le ventole sono quasi ferme.