Tag Archives: best practices

Multi core e programmazione concorrente

Bisogna adeguarsi al mondo che cambia…

Qualche giorno fa Donald Knuth, uno dei mostri sacri della programmazione, autore di vari libri della serie Art of Computer Programming, ha rilasciato un’intervista a InformIT in cui, tra le altre cose, esprime un parere estremamente negativo sulla attuale tendenza dei produttori hardware verso le architetture multi-core.

Il suo pensiero si può riassumere più o meno con: i produttori hardware non sanno più come migliorare le prestazioni dei loro chip, quindi hanno riciclato l’idea del multiprocessing, mantenendo le prestazioni fisse (o inferiori) su un singolo core, e mettendo diversi core per poter dire che la CPU è più veloce. In questo modo fanno ricadere la “colpa” nel mancato rispetto della legge di Moore (il raddoppio della potenza di elaborazione ogni 18 mesi) sui programmatori, dicendo che non sono in grado di scrivere software adatto alle nuove architetture.

Io, come diceva un saggio, sono “completamente d’accordo a metà col mister”. Continue reading

I mali del mondo (secondo un sistemista/programmatore)

Ovvero le cose da evitare come la peste, le guerre, le carestie, la droga, ecc.

Quando una persona diventa programmatore o sistemista, la maggior parte delle volte viene affascinato da cose a cui non dovrebbe nemmeno pensare. Un cristiano potrebbe chiamarle “tentazioni demoniache”, un buddista “ricchezze terrene”, ecc. ecc. Invece sono da evitare il più possibile, e da abbandonare per poter raggiungere la Vera Illuminazione. Vediamone qualcuna. Continue reading