PHPday 2009, come è andata

Un piccolo sunto delle due giornate.

Dopo esattamente due mesi di silenzio, finalmente mi ricordo che ho anche un blog, e torno a scriverci per parlare un po’ di questo mio primo PHPday.

Complice la vicinanza e un’interesse crescente, dopo l’annuncio, su come potesse essere una giornata immerso tra i programmatori PHP, ho fatto la pazzia e mi sono iscritto, approfittando dell’offerta early bird. Arrivato lì in auto, la prima (e unica, direi) brutta sorpresa: l’hotel non aveva un parcheggio proprio, e i Carabinieri, coadiuvati da un carro attrezzi, stavano portando via auto in divieto lungo le strade. Per fortuna dopo 15-20 minuti ho trovato un buco anche abbastanza vicino.

Veloce passaggio alla registrazione, dove mi hanno riempito di gadget (maglietta, cappellino, portacellulare a forma di sedia/antistress, oltre al tesserino identificativo) che non sapevo dove infilare visto che avevo le mani impegnate dall’Eee e dall’ombrello, e poi l’attesa per l’inizio che, come nella migliore tradizione di tutte le conferenze, è partito con mezz’ora di ritardo. Un plauso agli organizzatori che in 30 secondi hanno condensato i saluti per cui era prevista una mezz’ora, per cui tutti i talk sono stati abbastanza in orario.

L’affluenza, nonostante i timori visto il prezzo di iscrizione, è stata molto buona.

Tranne uno, per cui mi aspettavo tutt’altro, tutti i talk sono stati interessantissimi, e mi è dispiaciuto veramente tanto doverne perdere 2 o 3 a causa delle sovrapposizioni (c’erano tre “percorsi” contemporanei).

Interessante l’intervento di Rasmus Lerdorf (di cui parlerò probabilmente in un altro post) riguardo lo sviluppo di PHP, anche se purtroppo era subito dopo pranzo e mi sono perso l’inizio.

Zend Italia ha inoltre organizzato una sessione straordinaria di esame per la certificazione in PHP5, ed ha offerto l’iscrizione gratuita ai primi 10 iscritti. Ne ho approfittato subito e mi è andata bene. Anche l’esame è andato bene, visto che ora sono Zend Certified Engineer. :D

L’unica nota dolente è che l’esame mi ha fatto perdere altri due talk che mi interessavano. Ma pazienza! ;)

I pranzi e i buffet sono stati un’ottima occasione per intavolare, nonostante la mia timidezza cronica, quattro chiacchiere con altri appassionati. Venerdì sono finito a pranzo con due relatori, tra cui il rappresentante di PayPal Italia…

“Incluso nel prezzo” c’era anche l’iscrizione al GrUSP, il Gruppo Utenti e Sviluppatori PHP italiani. Solo da ieri sono stato iscritto anche alla mailing list dei soci e mi ci sto ambientando, ma vista la chiacchierata fatta sabato sera in finale dei lavori tra i membri del gruppo e la cinquantina di persone rimaste, sembrerebbe una cosa molto interessante (tra sconti, contatti, collaborazioni, ecc.)

Approfitto per ringraziare gli organizzatori per l’ottimo lavoro svolto, e per salutare Cesare e Michele (se mai passeranno di qua).

Sul sito dell’evento ci sono i video registrati durante i vari talk, quindi se non ci eravate potete farvi un’idea di come è stata.

L’anno prossimo l’appuntamento è a Rimini (a meno di inconvenienti). Farò il possibile per esserci.