I buoni propositi per il 2008

Buon 2008 a tutti!

Dopo il post per gli auguri di Natale sicuramente non ve ne aspettavate uno per gli auguri di buon anno, vero? :)

Voevo postarlo poco dopo mezzanotte, ma la baldoria prima e la stanchezza poi mi hanno fatto desistere. Non credo sareste comunque stati lì a quell’ora a leggerlo, quindi non penso vi cambi molto la vita. ;)

Siccome a capodanno si elencano i buoni propositi per l’anno che sta arrivando, ho pensato di raccogliere qui i miei. Magari qualcuno è d’ispirazione anche per voi. Sono in ordine sparso, man mano che mi vengono in mente.

Studiare il D (e altri linguaggi)

Da quello che leggo in giro, D è un ottimo linguaggio di programmazione, e in realtà ho già dato un’occhiata alle specifiche del linguaggio e agli esempi sul sito ufficiale. Quello che ho visto mi ha favorevolmente impressionato. In pratica è un linguaggio che cerca di prendere le parti migliori di C/C++ e di Python/Ruby. Molto flessibile, dinamico (non del tutto, naturalmente) e soprattutto compilato. Le prestazioni dei programmi scritti in D sono ottime e, a giudicare dagli esempi, è anche semplice scrivere programmi. Mi ricorda vagamente il linguaggio E che esisteva sull’Amiga, anche se in quel caso derivava da Pascal e Oberon, quindi con una sintassi più rigida.

Una delle sorprese più gradite è stato scoprire che ci si potevano fare cose come Torus Trooper e TUMIKI Fighters (non fatevi ingannare dalla grafica, sono molto divertenti :) ) in modo quasi completamente cross-platform.

Anche Vala sembra interessante. Si tratta di un linguaggio inventato dal team di Gnome, ispirato a C#, e molto orientato a scrivere applicazioni per Gnome (anche se, dagli esempi, sembra adatto un po’ per tutto). Lo stanno già usando per scrivere Scratchpad e anche Mickeyl per riscrivere openmoko-terminal2. Il vantaggio principale rispetto a C# stesso è che è completamente compilato, quindi non ha bisogno di virtual machine o di ambienti di runtime, o anche solo di librerie aggiuntive. A detta degli stessi sviluppatori è ancora acerbo, e molte cose sono in via di sviluppo, ma quello che c’è ha già un bell’aspetto.

Tornare in Giappone

Questo probabilmente è un proposito che non riuscirò a portare a termine entro il 2008, ma ci spero comunque. Mi mancano l’ordine e la cortesia dei giapponesi, mi manca Akihabara, mi manca il cibo giapponese. Insomma, non vedo l’ora di tornarci.

Mi sono messo come limite la primavera del 2009. Ce la posso fare! Ganbatte!

Finire i programmi e i siti che ho in corso

Questa forse è la parte più difficile di questi buoni propositi. Purtroppo la parte che mi “prende” di più di un progetto è la preparazione, le prime fasi di stesura del codice, l’organizzazione dei moduli, mentre odio totalmente e profondamente la fase di debug. Di solito il dover debuggare un software è motivo sufficiente per abbandonarlo a sé stesso. Probabilmente aspetterò l’uscita della quarta edizione di D&D per rimettere mano (e riscrivere per la terza volta) il mio Mastertools, software (in Python+Gtk+SQLite) di gestione delle campagne, con annesso database di magie (già funzionante), talenti e oggetti magici (non ancora funzionanti).

Spero di riuscire nei prossimi giorni a buttare giù almeno le basi di due siti che ho in testa da almeno un paio di mesi e di un altro paio di programmini che sto progettando da altrettanto tempo. Ma non voglio rivelare niente, anche per scaramanzia. :)

Comprare l’Asus Eee

In realtà sto aspettando la versione con schermo a 8, 9 o 10 pollici. Mi andrebbero bene anche i 7″ della versione attuale, ma con risoluzione almeno 1024×600. Meglio ancora 1280×768. Una bella formattata alla flash, una bella Debian con Gnome al posto della Xandros, una SDHC da 16-32 Gb montata come /home e via!

Se non sarà l’Eee sarà sicuramente un altro subnotebook di caratteristiche analoghe: 1 Kg di peso, dimensioni molto ridotte. Gradirei molto anche una durata maggiore della batteria.

Mi sono accorto che il notebook che ho ora (Dell Inspiron 8600) non lo uso mai (praticamente solo per masterizzare partite di D&D): troppo pesante (3.5 Kg), troppo ingombrante (schermo 15,4″, quindi notebook di oltre 17″), e relativamente fragile, avendo un HD al posto di una flash. E la tastiera è comunque ridotta rispetto al fisso, quindi difficile da usare. In proporzione uso di più lo Zaurus, sia per leggere e-book sia per scrivere.

Migliorare la conoscenza di PHP, Javascript e Python

Programmando in PHP per lavoro, la prima parte di questo proposito è abbastanza semplice da portare a termine, basterà continuare a lavorare :). Ci sono comunque diversi argomenti che mi piacerebbe approfondire. Per esempio ho l’impressione di star usando poco e male lo Zend Framework, e che abbia ancora molte qualità nascoste da esplorare. Per di più, sta uscendo la nuova versione 1.5 con supporto per View estese e Layout!

Javascript è ridiventato molto interessante (per me, naturalmente) di recente, grazie all’arrivo di librerie e framework come jQuery che nascondono abbastanza bene le differenze più ostiche tra i browser e permettono di concentrarsi meglio sul lavoro da svolgere, più che sulle incompatibilità tra le varie versioni. Spero di poterlo approfondire maggiormente.

Purtroppo ho un po’ lasciato in disparte Python per motivi di tempo, e comunque non ero un esperto nemmeno prima. Devo impormi di riprenderlo in mano e di studiarmi bene le caratteristiche della nuova 2.5 (decoratori e compagnia cantante).

Lo nascondo qui ma non fateci caso: mi piacerebbe anche studiare un po’ Ruby. Tra l’altro è appena uscita la 1.9 che sembra abbia prestazioni molto superiori alla precedente. Tutti ne parlano, ma ora che l’hype iniziale dato da Rails si sta esaurendo, forse è il momento giusto per vedere cosa offre di veramente vantaggioso rispetto agli altri (rails a parte).

Postare più frequentemente sul blog

Questo non sarà proprio facilissimo. A volte un argomento mi pare troppo scontato o trito per parlarne qui, e voglio evitare di parlare di politica o cose del genere (che sono una flame-bait non da poco). Per scrivere post tecnici preferisco informarmi bene ed evitare di scrivere porcherie non verificate, anche se a volte devo fidarmi di quello che trovo in giro, non avendo la possibilità di provarlo direttamente.

Ciononostante, cercherò di trovare qualche argomento di cui parlare. Magari portare avanti i propositi di cui sopra mi darà anche qualche spunto interessante.

Dulcis in fundo…

Ah, naturalmente riportare la pace nel mondo! (Ecco il link diretto al sito. O una variante, se la preferite, in fondo i gusti sono gusti).